R.L.S.T.

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è la persona designata o eletta dai lavoratori a rappresentare gli stessi lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il l'attività lavorativa così come definito dall'art. 2 comma 1 lett. i) del D.Lgs 81/2008; lo stesso decreto stabilisce all' art.47, che in tutte le imprese sia eletta o designata questa figura. In mancanza di una elezione da parte dei lavoratori di un loro rappresentante per la sicurezza, l’azienda, in regola con la sua posizione in Cassa Edile, può richiedere di usufruire del servizio svolto dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (R.L.S.T.). Con accordo del 1° dicembre 2013 le Parti Sociali dei datori di lavoro ( ANCE Ascoli Piceno e ANCE Fermo e Organizzazioni Sindacali di categoria (FeNEAL-UIL/FILCA-CISL/FILLEA-CGIL) viene istituita la figura dell’ R.L.S.T. delle Province. Il servizio svolto dal R.L.S.T. per tutte le imprese regolarmente iscritte alla Cassa Edile di Ascoli Piceno e Fermo

Funzioni e compiti degli R.L.S.T.

L'R.L.S.T. svolge i compiti previsti dall’art.50 del D.Lgs.81/2008 ed in particolare:
- prendono visione dei piani di sicurezza (D.V.R. - P.S.C. - P.O.S.);
- accedono ai luoghi di lavoro per consultarsi con i lavoratori e rilasciare indicazioni e raccomandazioni in tema di sicurezza.

Principali obblighi delle imprese

Tutte le imprese che si avvalgono del servizio svolto dal R.L.S.Territoriale hanno l'obbligo di:
- mettere a disposizione, per la consultazione, il Piano di Sicurezza e Coordinamento ed il Piano Operativo di Sicurezza almeno 10 giorni prima dell’inizio lavori ai sensi dell’art.100 D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.;
- permettere al R.L.S.T. l’accesso ai luoghi di lavoro per l’esercizio delle funzioni di consultazione e raccomandazione in tema di sicurezza; l’accesso ai luoghi di lavoro viene effettuato previa comunicazione all’impresa da parte dell’R.L.S.T.;
- permettere tutti gli altri adempimenti previsti dall art.50 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Struttura operativa

Ente Scuola Edile delle Province di Ascoli Piceno e Fermo
Via della Colonia, 4
Zona Industriale Campo Lungo
63100 Ascoli Piceno (AP)
Tel: +39 0736 811218
Fax: +39 0736 811218
C.F.: 80000690448 EMail: info@entescuolaedile.ap.it
Web: www.entescuolaedile.ap.it
Apertura uffici:
- lunedì, martedì, giovedì con orario dalle ore 08.00 alle ore 12.00
- mercoledì, venerdi dalle ore 13.00 alle ore 17.00

R.L.S.T. Richiesta intervento R.L.S.T. Accordo istituzionale e nomina R.L.S.T. Modello iscrizione servizio

C.P.T.

Comitato Paritetico Territoriale

C.P.T. è l'acronimo di Comitato Paritetico Territoriale per gli infortuni, l'igiene e l'ambiente di lavoro per le attività edilizie ed affini delle Province di Ascoli Piceno e Fermo.
E' stato costituito con lo scopo di studiare i problemi generali e specifici inerenti alla prevenzione degli infortuni, all'igiene del lavoro e in genere al miglioramento dell'ambiente di lavoro, formulando proposte e suggerimenti e promuovendo o partecipando ad idonee iniziative.
Il Servizio Tecnico C.P.T., incorporato nell'Ente Scuola Edile, è un servizio di assistenza che viene fornito gratuitamente a tutte le imprese edili iscritte alla Cassa Edile delle Province Ascoli Piceno e Fermo.

Tale servizio è articolato su varie tematiche inerenti la sicurezza sui luoghi di lavoro e consiste nello specifico sia di sopralluoghi tecnici in cantiere per aiutare l'impresa a rispettare quanto previsto dalla normativa di sicurezza sui luoghi di lavoro sia alla consulenza sempre aziendale su tematiche quali la formazione obbligatoria in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, la redazione dei Documenti di Valutazione del Rischio, i Piani di Emergenza, i Piani Operativi di Sicurezza ed i Pi.M.U.S.

L'attività è svolta da nostro personale tecnico specificamente formato, sotto la supervisione del Coordinameto Generale dell'Ente ed in base al Regolamento sui Sopralluoghi di cantiere deliberato dal Consiglio d'Amministrazione dell'Ente C.P.T. – Scuola Edile della Province di Ascoli Piceno e Fermo.

Le visite tecniche sui cantieri hanno il fine di coadiuvare le Imprese ad applicare le misure di sicurezza obbligatorie previste dalla vigente normativa ed aiutare le stesse nella risoluzione di problematiche lavorative riscontrate durante lo svolgimento delle diverse fasi lavorative del cantiere. I tecnici, dopo aver preso visione dei documenti resi disponibili in cantiere e a seguito di un'attenta verifica dei rischi e delle misure di prevenzione messe in atto, informano delle eventuali problematiche riscontrate e forniscono suggerimenti per il miglioramento degli ambienti di lavoro, offrendo anche soluzioni pratiche, attraverso la compilazione di una scheda di cui viene lasciata una copia in cantiere. Dopo ogni visita, in caso siano riscontrato gravi rischi ovvero sia valutato il cantiere in condizione gravi, viene inviato anche al Coordinatore per la sicurezza copia della scheda compilata in cantiere per un suo coinvolgimento ai fini del miglioramento delle condizioni di sicurezza.

Riteniamo importante precisare che l'attività svolta dal nostro Servizio Tecnico C.P.T. è un'attività di ASSISTENZA e CONSULENZA per favorire la prevenzione, realizzata in collaborazione con l'impresa.

Le visite dei cantieri vengono effettuate gratuitamente anche su richiesta delle Imprese esecutrici, dei Coordinatori per la sicurezza o di altri soggetti coinvolti sul piano della sicurezza, compilando la Richiesta di Sopralluogo Tecnico.

Il compito di effettuare le visite di consulenza tecnica ed assistenza viene assegnato al C.P.T. sia dalla contrattazione collettiva C.C.N.L. Edilizia Industria, sia dal Testo Unico Sicurezza.
L'art. 51 del D.Lgs. 81/2008 ss.mm.ii. infatti, al comma 6, autorizza espressamente il C.P.T. all'accesso nei cantieri rientranti nei territori di competenza per l'esperimento di sopralluoghi finalizzati "a supportare le imprese nell'individuazione di soluzioni tecniche e organizzative dirette a garantire e migliorare la tutela della salute e sicurezza sul lavoro".

C.P.T. Richiesta intervento

B.L.E.N.it

Borsa Lavoro Edile Nazionale

B.L.E.N.it è l'acronimo di Borsa Lavoro Edile Nazionale, è un servizio nazionale di sistema nato per facilitare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore delle costruzioni, promuovendo e facilitando i contatti tra chi offre e chi cerca lavoro.

L'istituzione del portale BLEN.it è stata prevista dai CCNL Edili Industria e Cooperazione e Aniem – Confapi unitamente al CCNL artigiani 2008. Nel portale BLEN.it sono disponibili servizi per inserire i curricula e pubblicare le domande di lavoro. I servizi a disposizione dei cittadini e delle aziende sono gratuiti e per utilizzarli il primo passo è registrarsi.

La Borsa Lavoro Edile Nazionale è gestita dal Formedil in collaborazione con la Commissione Nazionale Casse Edili (CNCE) e dalle Scuole Edili territoriali aderenti.

Visita il sito B.L.E.N.it